Rimedi naturali

Radice di valeriana per dormire bene

un ottimo e conosciuto rimedio naturale, alleato del nostro sonno

In natura, la valeriana (Valeriana officinalis) è diffusa nei pascoli e nei luoghi a clima caldo e secco e fiorisce nella tarda primavera.

Le parti usate in medicina sono le radici e i rizomi, che vengono tradizionalmente raccolti ed essiccati in settembre.

Diversamente da altre specie officinali, per avere benefici da questa pianta è necessario farne un uso regolare per almeno un mese, dal momento che i suoi effetti si manifestano lentamente con l’andare del tempo. La sua regolare assunzione favorisce un profondo rilassamento e combatte l’insonnia.

Le ricerche suggeriscono che la valeriana è finora il miglior trattamento naturale per l’insonnia e i disturbi legati al sonno.

Uno studio di P.D. Leatherwood, Ph.D. e F. Chauffard, Ph.D., condotto nei laboratori di ricerca della Nestlé in Svizzera, hanno determinato che una dose di 450 mg di valeriana in estratto acquoso è la quantità ottimale da utilizzare per la cura contro l’insonnia, mentre una dose maggiore può provocare solo intontimento senza migliorare l’effetto benefico sul sonno.

Rimedi Naturali per dormire la valeriana
Rimedi Naturali per dormire: la radice di valeriana

Inoltre, nel 1982 Leatherwood e altri ricercatori condussero uno studio incrociato a doppio cieco su 128 individui, dimostrando non solo le proprietà benefiche della valeriana sull’insonnia, ma anche i suoi effetti positivi sulla qualità del sonno dei soggetti studiati.

Gli effetti della valeriana sul corpo sono simili a quelli della benzodiazepina, un principio attivo del Valium™, ma è privo degli effetti collaterali di questo farmaco e non provoca letargia diurna (è stato suggerito che la parola “Valium” sia stata ispirata dalla valeriana, benché i due prodotti siano del tutto differenti dal punto di vista chimico e non vadano considerati simili o correlati tra loro).

La valeriana è comunemente prescritta come aiuto per un sonno ristoratore ed è ampiamente raccomandata per curare i disturbi di insonnia legati all’ansia.

Diversamente da altri farmaci, è del tutto priva di tossicità, non impedisce la guida o l’uso di macchinari pesanti e non amplifica gli effetti dell’alcol.

È stato documentato che in alcuni soggetti la valeriana agisce come stimolante ad azione ritardata. Ciò dipende dalle differenze individuali nella chimica del nostro corpo.

In alcune condizioni metaboliche, l’azione di questa pianta è inizialmente sedativa, ma causa un innalzamento energetico qualche ora più tardi; il che non è certo l’effetto desiderato da chi intende usarla come rimedio all’insonnia notturna.

Alcuni erboristi professionali suggeriscono di usare gli estratti della radice fresca di valeriana, anziché di quella essiccata, in modo da ridurre la possibilità dell’insorgere di tale effetto indesiderato.

leggi anche

Rimedi Naturali per Dormire bene: La Camomilla

Tags
Show More

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie standard. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi