Dormire beneRimedi naturali

il Papavero per dormire bene

un ottimo rimedio naturale per bambini e anziani

Papavero, un’erba che favorisce il sonno.

Dormire bene la notte è essenziale per il corpo e per la mente, soprattutto se si deve affrontare una giornata impegnativa.

Può capitare di essere stressati e nervosi e per qualche sera non chiudere occhio, l’importante è che non accada spesso.

Le conseguenze di questo disturbo possono diventare una patologia ed è meglio capire come risolvere questo problema.

Esistono alcune erbe che favoriscono il sonno, oggi parliamo del papavero.

 

Origini del papavero

Il papavero chiamato “Escolzia o Papavero della California” appartiene alla famiglia delle papaveracee.

E’ una pianta perenne originaria dell’Europa e Asia a seconda della specie. Si può trovare anche in Italia, in mezzo ai campi, coltivati o abbandonati.

La pianta dal fusto eretto è ricoperto da una sottile peluria e può raggiungere 80 cm di altezza.

I fiori dai petali delicati sono di colore rosso con l’interno nero. Il nostrano è privo di sostanze pericolose come morfina, codeina e papaverina.

 Rimedi Naturali per Dormire
Rimedi Naturali per Dormire

Funzione della pianta

Questa pianta favorisce il sonno profondo e duraturo ed è un ottimo rilassante.

Questo infuso è assai efficace anche nei bambini e nelle persone anziane.

E’ un’essenza molto popolare che si può usare anche per disturbi respiratori.

Quando la stanchezza si fa sentire e avete necessità di dormire diverse ore, questa è la pianta giusta.

 

Raccolta e conservazione del papavero

I petali di papavero si raccolgono in estate a piena fioritura.

Una volta raccolti, vengono stesi in file ordinate e messi ad essiccare in un posto ventilato caldo per poi riporli in un barattolo di vetro scuro o in sacchetti di carta.

Per verificare la freschezza dei petali comprati in erboristeria invece, verificare che questi abbiano un intenso color rosso scuro e che siano leggermente umidi.

 

Metodi di assunzione

In erboristeria si possono trovare come infuso, tintura madre ed estratto fluido(a basso contenuto alcolico).

Dosaggio tisana: preparare un infuso con 5-6 grammi di petali, lasciati a riposo in acqua bollente per 10 minuti. Quindi filtrare e bere all’occorrenza.

Tintura madre: 25 gocce tre volte al giorno, oppure utilizzare la tintura madre nella dose di 40-45 gocce sciolte in poca acqua, da bere prima di coricarsi.

Estratto fluido: 1 10g al giorno (1 g = 37 gocce).

 

Controindicazioni

L’assunzione è controindicata per le persone sensibili a questa pianta, ai bambini piccoli e a chi assume farmaci sedativo ipnotici e depressivi.

Per sapere meglio quale prodotto comprare è sempre meglio recarsi in erboristeria, vi sapranno aiutare nella scelta più giusta per voi.

altri rimedi naturali:

Radice di valeriana per dormire bene

Tags
Show More

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie standard. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi