CusciniDispositiviDormire beneIntervisteMaterassiSpecialistiTecnici

Miglior Materasso per neonati e bambini

i nostri consigli per fare la scelta migliore

Scegliere un materasso per neonati e bambini dovrebbe essere una priorità, mentre invece si parla molto del riposo delle persone adulte, mentre molto poco dei dispositivi per il sonno dedicati ai neonati o comunque ai bambini piccoli.

Sembra strano ma è esattamente così.

Vengono spesi molti soldi e tanto tempo per decidere il colore della culla, la tipologia del letto per il bambino, lo stile della stessa e i materiali utilizzati, fino ad arrivare ad accorgimenti estetici che, a onor del vero, interessano esclusivamente i genitori e non certo il bambino, ma l’interesse verso la scelta del materasso e il relativo supporto sono spesso una scelta automatica quasi marginale, mentre invece, per la salute dei piccoli, si tratta di un elemento centrale e da analizzare con la massima attenzione.

Abbiamo quindi fatto alcune domande a operatori del settore per ottenere qualche indicazione utile

Quali sono secondo lei le soluzioni migliori da adottare per questi soggetti?

noi consigliamo sempre o un materasso semiortopedico, ovviamente sfoderabile, con una molla 8×24 da 2.2mm, anallergico oppure una molla insacchettata green light, anch’esso anallergico, antiacaro – dice Antonio Maccioni di Doren, Melissano – Materassi che hanno quella giusta rigidità e morbidezza combinati insieme. Non consigliamo l’uso di materassi in memory (fascia di età dai 7 ai 15 anni), dato che il memory asseconda le forme del corpo, un eventuale problema del bambino potrebbe essere accentuato

Per i neonati e i bambini molto piccoli – aggiunge Marco di Lupo, Outlet Materasso, Cascina (Pi) –  la principale preoccupazione deve essere quella di assicurare loro il riposo su un materiale altamente traspirante che li preservi da tragici incidenti dovuti al blocco della respirazione e l’utilizzo di tessuti e imbottiture realmente antibatteriche e anallergiche


il parere del medico

Come sempre diciamo in tutti i nostri articoli, pur tenendo in debita considerazione i consigli degli esperti per la scelta finale, è fuor di dubbio che un consulto con il medico di fiducia sia comunque un passaggio irrinunciabile per qualsiasi scelta che riguardi la salute.

dottoressa Marina Battaglioli, Pediatra e neonatologa Specializzata in Pediatria Generale e Neonatologia
Dottoressa Marina Battaglioli, Pediatra e neonatologa Specializzata in Pediatria Generale e Neonatologia – fonte: Saperesalute

Ecco quindi cosa ci dice la Dottoressa Marina Battaglioli, Pediatra e neonatologa Specializzata in Pediatria Generale e Neonatologia, Dirigente medico di 1° livello presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi di Milano, rispondendo ad una domanda sul portale “SapereSalute.it

Il materasso un po’ rigido, sostenuto da doghe in legno più che da una rete, è ancora il modo migliore per evitare mal posizioni della schiena.

Nel sonno i bambini si muovono molto più degli adulti, assumendo posizioni sempre diverse.

Non serve a molto il materasso che si plasma e ricorda la forma del corpo, meglio che siano duri.

I problemi alla schiena derivano, oltre che da come dormiamo, anche da posizioni scorrette quando siamo attivi, come portare carichi, stare molto tempo in piedi, oppure ancora da anomalie costituzionali: è lo scotto da pagare alla stazione eretta, l’uomo è l’unico mammifero che cammina su due gambe e scarica gran parte del suo peso sulla colonna.


Scelta del cuscino per neonati e bambini

Per quanto riguarda i neonati, è sempre sconsigliabile l’utilizzo del cuscino, come peraltro vi sarà stato chiaramente indicato anche dal vostro pediatra perché, in quella fase, vi è sempre un pericolo di soffocamento.

È vero che le moderne tecnologie stanno portando soluzioni mirate a scongiurare questo problema, ma, allo stato attuale, la scelta migliore è comunque sempre quella di evitare di apporre cuscini nella culla del neonato.

materasso per neonati

Quando il bambino supera generalmente due anni di età, le spalle diventano più larghe della testa in modo netto, e quello può essere un primo segnale da utilizzare come riferimento per pensare all’adozione di un cuscino.

Un altro segnale da tenere in debita considerazione è quando il bambino comincia a dormire nel suo lettino Ed inizia ad appoggiare la sua testa su un pupazzetto od un altro sostegno presente: Il messaggio che il bambino manda abbastanza chiaro, ovvero che sta iniziando a chiedere un sostegno maggiore della testa.

 

Tags
Show More

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close